Parco serbatoi di San Dorligo della valle

Il Parco Serbatoi, adibito alle operazioni di stoccaggio e movimentazione del petrolio greggio proveniente dal Terminale Marino mediante quattro linee di trasferimento, occupa la parte Sud/Est della Zona Industriale di Trieste, ricadente nel territorio del Comune di San Dorligo della Valle.

Il deposito è composto da 32 serbatoi, dotati di tetto galleggiante a doppio pontone e a doppia guarnizione di tenuta, che hanno una capacità totale di oltre 2 milioni di metri cubi. Vi possono essere stoccate contemporaneamente diverse qualità di petrolio greggio.

Image
Ogni serbatoio è corredato di tutti i dispositivi necessari a garantire la sicurezza d’esercizio, d’ispezione e di manutenzione.

La Sala Controllo di Trieste, ubicata presso il Parco Serbatoi e dotata delle più moderne tecnologie oggi disponibili, gestisce le operazioni dell’oleodotto, supervisionando l’intero impianto 24 ore su 24 tramite un sofisticato sistema di controllo denominato SCADA (Supervisory Control and Data Acquisition).

Le operazioni di trasferimento del greggio dai pontili al Parco Serbatoi vengono gestite attraverso il TMS (Tankfarm Management System), un sistema che permette sia l’esecuzione dei comandi sulle apparecchiature in campo (pompe, valvole, ecc.) che la completa gestione dei dati, delle segnalazioni e degli allarmi provenienti dalle stesse, nonché la registrazione ed archiviazione di tutti i parametri tecnici.

Si tratta di un sistema che interfaccia segnalazioni provenienti dai dispositivi sul campo con calcolatori che provvedono all’elaborazione, memorizzazione e rappresentazione dei dati ed è integrato da sottosistemi dedicati a svolgere particolari funzioni come la lettura e sorveglianza dei livelli di greggio nei serbatoi, supervisione del sistema antincendio e registrazione contabile delle quantità di greggio movimentate.

L’operatività dell’oleodotto da Trieste ad Ingolstadt è supervisionata dal sistema  denominato C94, un moderno programma di controllo digitale, in grado di acquisire più di 25000 dati al secondo, che gestisce i processi di automazione nelle stazioni di linea (di pompaggio, di valvola, di sfioro e di consegna), raccogliendo valori di misura, segnalazioni e comandi, registrando dati ed effettuando procedure di controllo e di sicurezza. In particolare, oltre alla funzioni di comando e sorveglianza dell’impianto, il sistema C94 facilita l’ottimizzazione di processi e l’individuazione di valori per il riconoscimento e la localizzazione di eventuali perdite, generando la relativa segnalazione di allarme.

All’interno del Parco Serbatoi si trova anche la prima stazione di pompaggio che immette il greggio nell’oleodotto con 4 pompe da 3000 kW.